sabato 31 dicembre 2016

ULTIME NOTIZIE

31/12/2016
Come mostrano i tre spazi seguenti, quest'anno abbiamo avuto tre impegni. 
Dopo le vacanze estive vedremo d'incontrarci e conversare su quel che possiamo fare nei prossimi dodici mesi.

Venerdì 18/12. Il COMITES ci ha invitato alla sua riunione. 
Erano presenti anche l'Ambasciatore e il suo nuovo Consigliere. 
Dopo un riassunto della nostra storia, abbiamo continuato spiegando loro che lavoriamo con quello che teniamo in mano (documentazione fotografica e una socia di Rimini che cucina molto bene). E che se avessimo uno spazio disponibile saremmo capaci di organizzare almeno un'attività al mese. In breve: è stato spiegato all'Ambasciatore e al COMITES che abbiamo bisogno di uno spazio dove lavorare per diffondere cultura italiana.

20/11. Davanti a 50 alunni di secondaria della scuola Saco Oliveros, distretto Los Olivos a Lima, abbiamo svolto una proiezione composta da tante foto dell'Italia settentrionale. 
Alla fine, che bello rispondere alle loro domande parlandogli anche dei nostri prodotti! E uscire soddisfatti di avergli parlato, con foto e parole, non solo di storia e geografia, ma spiegato come si mangia in Italia e - ancor di più - in Emilia - Romagna.
(Sono state raccolte decine di quaderni che, insieme ad altri materiali scolastici e in collaborazione con la ditta Veterinaria Aristocat, verranno portati e distribuiti a una comunità andina della provincia di Huaral).  

28/8. Davanti a 120 alunni di secondaria della scuola Santa Maria de la Providencia, distretto Los Olivos a Lima, abbiamo svolto una proiezione fotografica parlando ai giovani dell'Italia settentrionale soffermandoci un po' di più sulla nostra regione. 
Finito ciò, ci è stata posta una domanda ingenua confondendo un piatto gastronomico francese con la cucina italiana. Questo ha dato vita ha tante altre domande e risposte sulla cultura e la storia della Gastronomia: prove archeologiche dimostrano che gli etruschi prima e gli antichi romani dopo, consumavano pasta; il parmigiano - reggiano; l'aceto balsamico; eccetera.
(Il direttore della scuola si è impegnato a donare una quantità di soles che, in collaborazione con la ditta Veterinaria Aristocat, verranno usati per aiutare gli alunni della comunità Atavillos Alto della provincia di Huaral).

Il 12/6 la nostra associazione ha compiuto 24 anni! 
Abbiamo organizzato "Piadina romagnola. Uhm che buona!"

07/5 A Cuzco: proiezione di foto parlando di Bologna davanti a studenti d'italiano.

Invitiamo ogni persona interessata alle informazioni mensili della Regione, a iscriversi alla newsletter che riassume le notizie e le opportunità principali.

martedì 22 novembre 2016

MOSTRA "PELLEGRINO ARTUSI" - 21/11/2016


In coordinazione con la nostra Regione, l'Istituto Italiano di Cultura ha organizzato la mostra dedicata a Pellegrino Artusi che, lo sappiamo, è  considerato il padre della gastronomia italiana. Ebbene, è stato per noi un piacere partecipare all'inaugurazione di questa mostra sulla quale vedremo di tornare a parlare col direttore dell'I.I.C. e, chissà!, cercare di esporla in altre posti del Perù.
Una cosa in più: oltre al vino e a della buona pizza, a tutti i presenti sono stati distribuiti diversi pezzi di Parmigiano Reggiano. Uhm che buono! Squisito! 
Se vai in Italia ti invitiamo a visitare anche qualche posto dell'Emilia - Romagna. E, se ne hai bisogno, ti consigliamo i nomi di piatti, ristoranti, trattorie e osterie delle terre di Pellegrino Artusi. 

domenica 11 settembre 2016

Trattoria Italia 60º anniversario. 10/9/2016

Questa trattoria ha compiuto ben 60 anni e, col nome "Italia", fu aperta dalla nostra ex socia e amica Carla ormai da qualche anno tornata nella sua Pontecchio vicino a Bologna. 
Dopo quel lontano 1957 in cui Carla e suo marito aprirono questa prima trattoria italiana in Perù, l'amministrazione fu condotta anche da Pina, pure lei socia costitutrice della nostra associazione che sboccerà - qui - nel 1991 (vedi spazio 25º anniversario).
E questa è la ragione per cui A.E.R.P. ha sempre provato un affetto verso questa trattoria con cucina emiliano - romagnola dove andavano a mangiare anche i piloti e le hostess dell'Alitalia lasciando giornali e riviste all'ora molto preziosi. Come una sede, in questa trattoria sono stati organizzati diversi pranzi - riunione.



Oltre a celebrare il 60º anniversario della trattoria, Carla ha presentato il suo libro "Dall'Appenino alle Ande e ritorno" davanti a soci e amici.

mercoledì 20 luglio 2016

"BOLOGNA" nel programma PERÚ e ITALIA - 19/7/2016

Grazie al Circolo Sportivo Italiano abbiamo potuto usare la sua sala conferenze per quattro martedì sera del mese di luglio. Unendo le esperienze di quattro viaggiatori (Lucho, Mario, Roberto e William) abbiamo creato il programma "Perù e Italia" composto da otto proiezioni di foto descritte dai loro autori. 
Il Perù è stato rappresentato dal Museo Tumbas Reales de Sipán, Tingo María, Trujillo e Kuélap.
L'Italia da Tre Laghi del Nord, gli Etruschi, Trento e da Bologna, capoluogo dell'Emilia - Romagna. Di Felsina, antico nome di Bologna, abbiamo potuto vedere anche foto degli ultimi anni '70 e panorami visti dalla Torre degli Asinelli.

domenica 12 giugno 2016

25º ANNIVERSARIO!

Oggi, domenica 12/6, A.E.R.P. ha compiuto 25 anni!

Salutando e facendo i complimenti ai soci che la fondarono e a tutti i presidenti, consiglieri e soci successivi a quel 12/6/1991, con molto piacere siamo tornati a incontrarci e, soddisfatti, abbiamo pranzato insieme.
In realtà mancavano abbastanza soci. Fatto dovuto, molto probabilmente, alla zona della trattoria. Quartiere non gradito da tutti.
Ma ci sono state alcune novità:
Nuovi soci come Fabio, altri soci che per la prima volta hanno partecipato al pranzo tradizionale (Mario, France, Tomas, Ariane e Dora), e alla fine abbiamo guardato foto dell'Emilia - Romagna lasciando uscire qualche nostalgia.
Per la prossima volta dovremo ricordarci di portare un po' di musica. E così, Mauro di Ravenna e William di Forlì, insieme hanno cantato "Romagna mia".


Rappresentate da loro figlie e figli sono state presenti: Faenza, Imola, Ravenna, Forlì, Modena e Carpi. Invitiamo ogni altro emiliano - romagnolo e peruviano innamorato di questa regione dove sono nati prodotti come il Parmigiano - Reggiano e piatti come le lasagne e i tortellini, a mettersi in contatto con l'associazione.

sabato 1 agosto 2015

2 AGOSTO 1980

Se non sbaglio era sabato quando alle ore 10,25 esplose quella bomba nera messa nella sala d'aspetto di seconda classe fra tanta gente che sarebbe voluta andare al mare in vacanza, da parenti o in altri posti.
Essendo appunto sabato non ne sentii il boato, perché abitavo lontano dalla stazione. Ma, dal lunedì al venerdì, lavoravo a pochi passi dalla stazione. 
Giusto un paio d'ore dopo quella detonazione andai a salutare un amico di mia madre senza sapere quel che gli fosse accaduto. Lo trovai al telefono, disperato, chiamando tutti gli ospedali di Bologna. Cercava suo figlio che si era trovato alla stazione giusto in quell'orario nero e assassino. Ricordo ancora quel giovane padre quando mi aprì la porta; com'era vestito e l'espressione dei suoi occhi.
Non considero corretto rivangare sui sentimenti e fare i nomi di quelle e altre persone, ma sì doveroso non dimenticarci di quell'accaduto le cui investigazioni e ricerche vennero subito deviate dai servizi segreti del nostro Stato. E, ancor più doveroso, far sì che tutti i bolognesi nel mondo, tutti gli emiliano romagnoli sulla terra e tutti gli italiani nati lontani dalle terre dei suoi nonni o genitori; vadano conoscendo una storia più completa dell'Italia (stragi fasciste, brigate rosse vere e strumentalizzate, il caso Moro, colpi di Stato preparati, ecc. ecc. ecc.) per conoscerla meglio.
Su youtube si possono trovare diverse cose con cui informarsi sul quel nero accaduto; se posso darti un consiglio inizia con questo: https://www.youtube.com/watch?v=wrSGGBZikh0
Se lo desideri, la nostra associazione ti può prestare uno o più DVD ricevuti dalla stessa Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980: http://www.stragi.it                                  Scritto da William Zanatta.

domenica 14 giugno 2015

PIADINA ROMAGNOLA. Uhm che buona!

Ringraziamo il Consiglio Direttivo della Casa dei Lucani! 
A Barranco, nella loro sede, abbiamo organizzato un pranzo preparando e servendo piadine romagnole accompagnate da tanti altri prodotti come formaggi, erbe, pomodori, carne ... e vino rosso.
Conversando con piacere abbiamo celebrato il 24º compleanno di A.E.R.P.

Trovandoci vicini a Plaza Vea siamo andati a comprare la Nutella... e giù a mangiare una porzione in più di piadina!

A.E.R.P. ha 41 soci. Ne erano presenti soltanto 11, presidente e moglie compresi. Come mai? Mah! Speriamo che la prossima volta ci sia maggior partecipazione.

Ad ogni modo i componenti del nuovo Consiglio Direttivo conoscono diverse persone.   
E così c'era anche un amico di Como, alcune signore a cui è stato insegnato italiano qualche mese fa, amiche dell'ADIPERU, un fotografo peruviano con moglie e figli, amici lucani, e altri amici ancora. 
Prova, questa, che la nostra associazione è aperta a tutti. 
Tanti complimenti a Luisa, la cuoca di Rimini, e a suo marito Julian.

giovedì 7 maggio 2015

LA CITTA' DI BOLOGNA

Sono stato in vacanza a Cuzco. 
Prima di partire mi sono messo in contatto con il Centro Culturale diretto dal nostro amico Maurizio Leva. 
Così come faccio più volte, mi sono portato dietro un USB con qualche mia proiezione fotografica.
E così, rappresentando la nostra associazione, la sera del 07/5 davanti a più di venti studenti, ho proiettato loro una sessantina di foto scattate a Bologna. 
Con molto piacere gli ho parlato della bella città dove ho vissuto 24 anni. Studiato e iniziato a lavorare.

Parlando di tutta l'Emilia - Romagna, l'anno scorso ho fatto vedere foto quand'ero in vacanza ad Arequipa.
La prossima volta spero di compiere ciò a Trujillo. A Ica o altri posti.

mercoledì 18 febbraio 2015

CATALOGO DELL'EMIGRAZIONE FEMMINILE

L’idea di un Catalogo dell’emigrazione femminile dall’Emilia-Romagna nasce durante la Conferenza dei giovani emiliano-romagnoli nel mondo, svoltasi a Buenos Aires nel 2007.
Il CATALOGO è suddiviso in tre parti: "Dall'Unità d'Italia all'inizio della grande guerra"; "Fra le due guerre"; "Dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi".

La caratteristica principale del Catalogo sarà il suo continuo aggiornamento.

Ti invitiamo a metterti in contatto con noi o direttamente con la Regione, perché anche tu possa raccontare la storia della tua emigrazione.
Del Perù, per il momento ci sono:

martedì 27 gennaio 2015

PRESENTAZIONE

Nata nel giugno del 1991, A.E.R.P. partì col fermo obiettivo di riunire il maggior numero di emiliano romagnoli residenti a Lima. Diversi di loro avevano lasciato l'Italia nel secondo dopo guerra. 
Trascorsi ormai 24 anni sono cambiate molte cose. Oggi ci sono tanti nuovi immigrati fra cui giovani venuti a cercar lavoro qua, e pensionati che in Italia non riescono ad automantenersi. Ma c'è anche l'internet che ci ha cambiato la vita. 
Il nuovo Consiglio Direttivo ha preso corpo soltanto da dieci giorni. Valutando le prime forze e le documentazioni con cui si torna a partire, viene considerato principale l'obiettivo di diffondere cultura italiana dentro scuole e altri ambienti (case di riposo comprese). Divulgarla con esperienze personali.
Poco a poco la realtà ci dirà quali altri cose sarà possibile organizzare iniziando da pranzi fra soci e amici.
Per metterti in contatto con il Consiglio Direttivo di A.E.R.P., scrivi a emiliaromagnaperu@gmail.com